ENRICO e FEDERICO – CO.COOL

Talenti Eventi - Co.Cool - Enrico e Federico

Enrico, 46 anni e Federico 38 anni, amici e soci. Una cena. Un confronto. Insoddisfazione. Anni di ricerche e contaminazioni. La voglia di esprimersi. Da qui nasce il loro progetto artistico commerciale e il marchio co.Cool e’ un racconto di questa anima.


1. Raccontateci di voi.
Enrico: Oltre ad essere i creatori del marchio co.COOL, Federico e’ titolare di un negozio di scarpe a Caluso in provincia di Torino. Io lavoro come educatore su progetti artistici con persone disabili.

2. Che cosa significa Co.Cool?
L’acronimo co.COOL sta per concetto. COntaminazioni Ominis Liberi. Ci siamo permessi una licenza poetica nello scrivere Ominis. Racchiude ciò in cui crediamo le contaminazioni attraverso le parole, le conoscenze, la musica, il viaggio e tutto ciò che riusciamo a vivere intensamente; il concetto di libertà rappresenta per noi la possibilità di esprimerci e vivere nel modo in cui effettivamente ci fa stare bene.

3. Siete innanzitutto amici prima di essere partner, è corretto?
Esatto, prima di essere soci nel progetto siamo amici. Ci siamo conosciuti nel 2000 e da subito si è creata una buona intesa.

4. Come nasce co.COOL?
Durante una cena con buona musica, tante parole e forse un bicchiere di troppo è iniziato un confronto su ciò che entrambi non riuscivamo a trovare soddisfacente  nel panorama che ci circondava.
Abbiamo iniziato così a realizzare progetti per un’ipotetica linea di abbigliamento, total look per uomo e donna. Dopo molti mesi di lavoro intenso, rubato a ore di sonno, e viaggi in giro per il nord Italia alla ricerca di continui confronti e contaminazioni con persone del settore, siamo riusciti a realizzare un catalogo con oltre 300 pezzi di abbigliamento che abbiamo mostrato a persone già operanti nel settore della moda. Il consiglio che ci è stato dato è stato quello di concentrarci su un solo prodotto, facile da realizzare, che non prevedesse taglie o troppe variabili strutturali se non quelle ideate e stabilite da noi.  Così sono nate le borse.Negli anni abbiamo consolidato la collaborazione con una famiglia di artigiani della provincia di Milano che lavora da più di trent’anni nel settore. Oltre a curare tutte le fasi di confezionamento, ci ha negli anni suggerito migliorie che hanno reso il nostro prodotto, un oggetto qualitativamente e concettualmente originale, con una grande attenzione anche ai dettagli. Nel 2007 nasce ufficialmente il marchio co.COOL.

5. Nel sito abbiamo letto di numeri, cicli e rinascite e di anima. Come mescolate tutto questo in creatività per poi realizzare una borsa?
Concentrandoci nell’obiettivo di creare un oggetto che in s racchiude un modo di essere fuori dalle tendenze e da uno stile collocabile in uno spazio temporale della moda. Ogni borsa ha un nome e un’anima che vive quando si accompagna ai viaggi e alle storie di chi la indossa. co.COOL si propone come progetto artistico commerciale dove entrambe le definizioni si miscelano in modo equilibrato dando vita ad un prodotto finito; continuamente si aprono e chiudono cicli definiti dalle esperienze che stiamo vivendo in quel dato momento e quando terminano se ne aprono di nuovi sempre più stimolanti dei precedenti.

6. Parlateci dei materiali che utilizzate per le vostre creazioni.
Utilizziamo pelle di pregiata qualità e alcune borse e accessori vengono realizzati interamente o in parte con camere d’aria riciclate di mezzi agricoli. Stiamo anche sperimentando nuovi materiali Animal Free, per una scelta etica e per estendere il nostro prodotto anche a chi non indossa capi in pelle. Le minuterie sono tutte nickel free.

7. Facciamo un gioco di immaginazione. Che mondo è quello in cui vivono le persone che indossano le vostre borse?
Un mondo di sognatori e viaggiatori, persone che hanno voglia di sperimentare, osare confrontarsi e distinguersi, persone che fanno proprio il concetto di qualità: il nostro mondo.

8. Raccontateci di un lavoro che avete realizzato di cui siete particolarmente orgogliosi.
L’aver partecipato a Torino Fashion Week lo scorso giugno è stata un esperienza molto soddisfacente ed emozionante. Una forte carica emotiva e al tempo stesso un enorme stimolo progettuale. L’orgoglio emerge dalla consapevolezza che la partecipazione alla manifestazione è stata frutto della qualità del nostro lavoro e la particolarità del nostro prodotto.

9. Quali canali utilizzate per mettere in vendita le vostre creazioni?
Il canale di vendita principale è sempre stato il negozio di Federico a Caluso. In passato le nostre borse sono state in vetrina in diverse città del nord Italia. Da quasi un anno è stato aperto un punto vendita monomarca co.COOL a Ivrea gestito dalla compagna di Federico, Luciana. Sarà di imminente inaugurazione un negozio on-line sul portale Etsy.

10. È la prima volta che partecipate a Paratissima?
No la seconda. Abbiamo partecipato all’edizione 2015. Siamo rimasti molto soddisfatti nell’aver esposto in un contesto artistico di livello; i visitatori erano curiosi di approcciarsi ad esperienze artistiche, e noi siamo stati notati e apprezzati.

11. Con quali oggetti vi presenterete?
Vi diciamo solo che ci sarà ferro e gomma a fare da cornice alle nostre borse.

12. Progetti futuri? Personali e professionali.
Federico: Far crescere co.COOL non solo come marchio ma come modo di interpretare un oggetto da indossare, facendone uso e non abuso.
Portare avanti un associazione ciclo-turistica che si chiama MUNTA AN BIKE per far capire come può essere bello viaggiare in bicicletta.
Enrico: Lavorare affinché co.COOL possa costruirsi un identità sempre più forte coinvolgente e riconosciuta, in uno processo di crescita continua. Continuare a viaggiare, meravigliosa fonte di ispirazione per qualsiasi processo creativo.

13. Qual è il vostro punto di vista sulla moda oggi?
Facendo ricerca si riescono a trovare alcune realtà che lavorano bene e sono coerenti nella loro proposta, ma si vedono anche tanti prodotti di scarsa qualità , ben fotografati e ritoccati nell’immagine, ma scarsi nella sostanza. Noi creiamo da ottime materie prime un oggetto il cui risultato finale non necessita di ritocchi. Crediamo sia importante ridurre l’immondizia che si crea; siamo convinti sostenitori del prodotto non consumistico ma di qualità.


 

Co.Cool

www.cocool.it

co.cool@libero.it